Misure anti-crisi a sostegno del settore vitivinicolo

Lo Studio Quid Juris? risponde alle domande dei lettori in materia di legislazione agroalimentare.

GAZZETTA DI PARMA – INSERTO “ECONOMIA” – 29 Giugno 2020

Lo Studio Legale Quid Juris? scrive in risposta ai lettori della Gazzetta di Parma in materia di misure anti-crisi previste dal DL Rilancio a tutela del settore vitivinicolo.

A seguito dell’epidemia di coronavirus, il mercato del comparto vitivinicolo ha accusato un duro colpo, soprattutto a causa del fermo delle attività turistico-recettive che oggi rappresentano circa il 70% del fatturato del settore. In tale contesto, le cantine hanno registrato un forte incremento delle giacenze di magazzino e gli operatori del settore mostrano grandi preoccupazioni in vista della nuova vendemmia 2020.

Continua a leggere l'articolo

La normativa in materia di certificazione dei prodotti biologici

Lo Studio Quid Juris? risponde alle domande dei lettori in materia di legislazione agroalimentare.

Biologico

GAZZETTA DI PARMA – INSERTO “ECONOMIA” – 22 Giugno 2020

Lo Studio Legale Associato Quid Juris? tratta della normativa nazionale ed europea in materia di certificazioni biologiche e chiarisce alcuni requisiti necessari per potere utilizzare il logo “Bio” sui prodotti agroalimentari.

Il trend dell’acquisto di prodotti biologici da parte dei consumatori è infatti in costante crescita in Italia e all’estero e neanche il lockdown ne ha rallentato la vendita. I prodotti biologici hanno registrato un incremento delle vendite del +19.6% nella GDO, con picchi fino al +23.7% nei discount e di + 26.2% nei piccoli supermercati di quartiere.

Seppur noti ai produttori i vantaggi della certificazione “Bio”, è però importante ricordare che tale certificazione non è un semplice “bollino” burocratico, bensì richiede l’adesione a particolari requisiti.

Continua a leggere l'articolo

Marchio storico: un’ulteriore tutela per il “Made in Italy” 

Lo Studio Quid Juris? risponde alle domande dei lettori in materia di legislazione agroalimentare.

Marchio storico

GAZZETTA DI PARMA – INSERTO “ECONOMIA” – 15 Giugno 2020

Lo Studio Legale Associato Quid Juris? sulla recente introduzione del “Marchio storico di interesse nazionale” inserito nel Decreto Crescita nell’aprile del 2019 e poi attuato dal Decreto MiSE del 27 febbraio 2020.

A partire dal 16 aprile 2020 sarà possibile registrare il logo “Marchio storico” che potrà essere impiegato dalle aziende produttrici (agroalimentari e non) accanto al proprio marchio d’impresa per finalità commerciali e promozionali.

Il marchio storico sarà in grado di accrescere l’attrattività dei prodotti “Made in Italy”, garantendo alle imprese di conseguire un ulteriore vantaggio competitivo e di migliorare il posizionamento dei propri prodotti su mercati sia nazionali che esteri.Continua a leggere l'articolo

SMALTIMENTO IMBALLAGGI ALIMENTARI: PROROGA DEL MISE AL 2021

Lo Studio Quid Juris? risponde alle domande dei lettori in materia di legislazione europea agroalimentare.

 

GAZZETTA DI PARMA – INSERTO “ECONOMIA” – 08 Giugno 2020

Lo Studio Legale Associato Quid Juris? sullo smaltimento dell’etichettatura non conforme al Reg. (UE) 2018/755 relativa a prodotti alimentari come pasta, riso, latte e pomodoro.

Sebbene il lockdown non sia stato applicato alle attività legate alla filiera agroalimentare, l’emergenza Covid-19 ha comportato numerosi problemi di rifornimento degli imballaggi, causando alle aziende ostacoli e ritardi nell’applicazione del Reg. 2018/755“.

Preso atto di tali difficoltà, il MISE ha concesso alle aziende una proroga fino al 31 dicembre 2020 per esaurire tutte le scorte di magazzino, anche quelle non conformi al Regolamento.

Continua a leggere l'articolo

PERCHE’ E’ IMPORTANTE PROTEGGERE UN’INDICAZIONE GEOGRAFICA? Perchè ne va della nostra economia, della nostra salute e delle nostre tradizioni…

Il termine “indicazione geografica” (IG) fa riferimento a una denominazione, a una descrizione o a un altro significante utilizzati per identificare determinati vini, bevande spiritose, prodotti agricoli o alimentari come originari del territorio di un paese, di una regione o di una località specifici qualora una determinata qualità, la notorietà o altre caratteristiche del prodotto siano essenzialmente attribuibili alla sua origine geografica. Continua a leggere l'articolo

MALPRACTICE MEDICA E L’ONERE DI PROVA GRAVANTE SUL PROFESSIONISTA SANITARIO

SECONDO LA SUPREMA CORTE SPETTA AL MEDICO PROVARE CHE NON CI SIANO LEGAMI TRA IL TRATTAMENTO SANITARIO E IL PEGGIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI SALUTE

In un momento particolarmente difficile per la nostra quotidianità minacciata dal pericolo di un virus di cui sappiamo ancora ben poco, riteniamo importante ricordare una importante sentenza del 2017 che ha chiarito in modo inequivocabile quali siano i limiti della responsabilità medica nel caso in cui un intervento di “routine” abbia aggravato le condizioni di salute del paziente.

Corte di Cassazione – Sezione Terza Civile, Sentenza 13 ottobre 2017, n. 24074

Continua a leggere l'articolo

LA RESPONSABILITA’ DEGLI INTERNET SERVICE PROVIDER (ISP)

Definizione e normativa

Telecom, Fastweb, Eolo…Chi non ha mai usato un Internet Service Provider?

Con il termine di Internet Service Provider (ISP) si vogliono indicare tutte quelle aziende che erogano un servizio in grado di garantire l’accesso ad Internet a tutti quegli utenti che hanno stipulato un contratto con l’azienda stessa. In altre parole, l’internet service provider è l’azienda con cui il cliente ha stipulato un contratto di navigazione su web alla quale ogni mese paga un canone per poter avere accesso ad internet tramite modem/router.Continua a leggere l'articolo

L’AZIONE REVOCATORIA: presupposti, posizione del terzo e sentenza di accoglimento della domanda. 

Introduzione

L’azione revocatoria di natura ordinatoria ex artt. 66 Legge Fallimentare e 2901 Codice Civile, esercitabile dal curatore è destinata a tutelare la garanzia patrimoniale di tutti i creditori presenti e futuri dell’imprenditore, senza dover distinguere tra atti negoziali posteriori o anteriori al sorgere del credito altrui, in quanto l’unico pregiudizio possibile da arginare è costituito dal fatto che l’atto fraudolento abbia determinato o aggravato l’insolvenza del debitore, gravando sul curatore la prova che l’atto impugnato abbia inciso sulla insolvenza del debitore, nonché la prova delle consapevolezza in capo al debitore e al terzo della determinazione del pregiudizio stesso.Continua a leggere l'articolo

COVID-19: chiusura uffici fino al 22/03/2020

In ottemperanza alle misure restrittive e di contingentamento per contrastare il dilagante virus COVID-19 e per garantire la migliore salute a tutti i collaboratori dello Studio, “Quid Juris?” chiuderà i propri uffici di Parma fino al 22/03.

Al fine di garantire sempre il miglior servizio e consulenza, gli Avvocati saranno disponibili all’indirizzo email info@studioquidiuris.org

Per tutti gli aggiornamenti, vi invitiamo a consultare il nostro sito o la nostra pagina LinkedIn.

#coronavirus #studiolegale #chiusuraufficiparma #noinoncifermiamo

Evento del 24/10/17-Palazzo Soragna-Parma

L’avv. Sara Reverberi, appassionata conoscitrice del Trust, ha relazionato al convegno tenutosi presso l’Unione Parmense degli Industriali a Palazzo Soragna, esponendo le opportunità ed i fattori di rischio del trust nel passaggio generazionale d’impresa, facendo anche riferimento a casi pratici. Sulla tematica del passaggio generazionale nelle Imprese di famiglia, si sono confrontati a tale consesso, vari esperti. E’ emersa sotto più profili la flessibilità del trust ovvero la potenzialità di tale strumento, – di buon diritto -, ad adattarsi alle esigenze plurime dell’imprenditore.